L’impegno per Procida

2023

In tempi di pandemia molte delle attività culturali sull’isola sono sospese ma nel frattempo ci si candida a Capitale Italiana della Cultura per il 2022.
Io finisco il mio terzo romanzo (in attesa di pubblicazione con Baldini+Castoldi) e rilascio interviste mirate a far conoscere la vera Procida con RAI Cultura e Arte, Francese e Tedesca (link).

2022

Oltre a essere membro per il quarto anno della giuria di Mar-Etica presieduta da Alessandro Baricco, pubblico per Nutrimenti due nuovi saggi: “Procida Ispira” sui viaggiatori eccellenti che hanno lasciato testimonianze dagli antichi greci a oggi (foto presentazione e didascalia film) e “Il Costume delle Procidane”.

2018

Fondo l’Associazione Culturale “L’Oro del Mare” allo scopo di proteggere le testimonianze materiali della storia di Procida. I soci sono artigiani ed artisti, architetti, storici e marittimi, uomini e donne in numero pari. L’Associazione promuove diverse mostre sull’isola e a Napoli, tra cui una memorabile all’Istituto culturale Francese Grenoble e, di recente, all’Istituto culturale spagnolo Cervantes.
A Procida s’intitola “L’Oro del Mare” la mostra permanente multimediale che attraverso gli oggetti illustra in modo semplice e trilingue la storia unica dell’isola corredata da un video di Renato Muro. Venendo a mancare il sostegno dei partners pubblici (Comune e del Pio Monte dei Marinai) la mostra ha dovuto chiudere ed è ancora in attesa di una casa.

2016

Realizzo quattro grandi quadri per arredare lo storico edificio che ospita il Marina di Procida e getto le basi per il mio terzo romanzo. (foto)
La mostra è permanente e recensita da Raffaele La Capria (depliant)

2015


Intervista su Ambiente Italia, Rai 3

2014

Propongo e dò vita alla campagna contro l’abuso paesaggistico legalizzato del sedicente “Totem della Pace” creando con pochi altri il gruppo “La Procida che Vorrei” per la difesa del territorio e dei suoi beni storici. Alla campagna poi vittoriosa aderiscono L’Università di Studi Orientali, L’Università della California, il FAI, le locali forze politiche di opposizione e gran parte della popolazione.

Partecipo in rappresentanza di Procida all’apertura dello spazio Elsa Morante alla Biblioteca Nazionale Centrale a Roma, inaugurato dal Ministro Della Cultura.

Intanto i militanti de “La Procida che vorrei” si candidano a governare il paese e il gruppo vince le successive elezioni, dopo cinque anni i cittadini li riconfermano.

Negli anni successivi collaboro con l’Amministrazione Comunale molto di rado salvo una consulenza gratuita per il riassetto del Premio Letterario dedicato a Elsa Morante con una nuova giuria composta da critici letterari di livello nazionale e una sezione dedicata al mare che partirà premiando Paolo Rumiz (foto) e presto si evolverà in MarEtica, diretta da Alessandro Baricco.

Pubblico il mio secondo romanzo “Posidonia” (Il Melangolo) che vince il Premio Procida dedicato a “L’Isola di Arturo” di Elsa Morante. (foto presentazioni e premio)

Pubblico “La procidana nel presepe napoletano” (Nutrimenti), realizzo i prototipi delle statue con i creatori napoletani Cantone e Costabile.

Fondo l’Associazione Culturale “L’Oro del Mare” allo scopo di proteggere le testimonianze materiali della storia di Procida. I soci sono artigiani ed artisti, architetti, storici e marittimi, uomini e donne in numero pari. L’Associazione promuove diverse mostre sull’isola e a Napoli, tra cui una memorabile all’Istituto culturale Francese Grenoble e, di recente, all’Istituto culturale spagnolo Cervantes.

A Procida s’intitola “L’Oro del Mare” la mostra permanente multimediale che attraverso gli oggetti illustra in modo semplice e trilingue la storia unica dell’isola corredata da un video di Renato Muro. Venendo a mancare il sostegno dei partners pubblici (Comune e del Pio Monte dei Marinai) la mostra ha dovuto chiudere ed è ancora in attesa di una casa.

2013

Progetto la fondazione di una grande libreria indipendente al porto che si realizza nella “Nutrimenti bookshop” come punto di riferimento indipendente delle attività culturali dell’isola. La casa editrice Nutrimenti, che ha avuto il coraggio di investire, pubblicherà negli anni molti libri di qualità su Procida tra cui tutti i miei saggi illustrati e realizzerà il popolare festival letterario “Procida Racconta” alla sua sesta edizione.

Per l’inaugurazione della libreria esce il mio “Procida segni sogni e storia di un’isola marinara”, pubblicato in tre lingue, oggi alla sua terza edizione aggiornata.

2010

Pubblico “L’Oro del Mare” (ed Dante&Descartes), saggio illustrato sul costume delle procidane nella storia che auspica una tutela per gli abiti settecenteschi ancora conservati dalle famiglie.
Questo libro mi aiuta a far partire il progetto della ricostruzione di un prototipo del costume antico finanziato dal Comune di Procida (sindaco Vincenzo Capezzuto). Soltanto il mio lavoro è gratuito, un dono alla mia isola.

Un anno dopo il prototipo (fedele all’originale nei minimi dettagli) sarà esposto nella più antica chiesa dell’isola, illustrato da Peppe Barra, corredato da un video illustrativo e dalle artistiche macrofoto di Renato Muro. Migliaia di persone visiteranno la mostra e vi saranno nuove ordinazioni per le artigiane. Altre mostre si susseguiranno negli anni per raccontare attraverso il costume delle armatrici la storia marinara dell’isola.

2009

Sul tema del consumo del suolo scrivo “Procida, il giardino segreto”. Il libro realizzato per CLEAN con il fotografo Libero De Cunzo ha una vita lunghissima ed è attualmente in giro per i musei di arte contemporanea in veste di mostra fotografica. FOTO

2008

Esce “Rafìla” il mio primo romanzo edito da Dante&Descartes, ambientato nel medioevo islamico in Italia, Spagna e Magreb vince il Premio ‘Il Libro del Mare’ diretto da Folco Quilici e conferitomi da Donatella Bianchi sull’Amerigo Vespucci. FOTO (il libro è attualmente disponibile solo in formato e-book per Amazon Kindle e in cartaceo self publishing (tradotto in inglese da Michael Sullivan).

Produco e scrivo “Salvare Procida” documentario realizzato esclusivamente con il lavoro volontario, le musiche sono donate da Ennio Morricone, la regia da Giuliano Montaldo, tutti lavorano gratuitamente, lo sponsor del mixaggio è Poste Italiane. (LINK You Tube)

Sul tema del consumo del suolo scrivo “Procida, il giardino segreto”. Il libro realizzato per CLEAN con il fotografo Libero De Cunzo ha una vita lunghissima ed è attualmente in giro per i musei di arte contemporanea in veste di mostra fotografica. FOTO

2007

Promuovo la petizione per la tutela dell’isola “Salvare Procida” lanciata attraverso un servizio su ‘La Repubblica’ da Giovanni Valentini e sottoscritta da un folto gruppo di firme eccellenti tra cui Renzo Piano, Umberto Veronesi, Renzo Arbore, Raffaele La Capria, Margherita Buy, Giuliano Montaldo, Ennio Morricone.

Sul tema del consumo del suolo scrivo “Procida, il giardino segreto”. Il libro realizzato per CLEAN con il fotografo Libero De Cunzo ha una vita lunghissima ed è attualmente in giro per i musei di arte contemporanea in veste di mostra fotografica. FOTO